I CARCIOFI

La pulizia dei carciofi spesso richiede un po' di tempo, ma una volta imparato il metodo, risulterà più veloce e facile. A seconda del tipo di preparazione, tale pulizia varia. Cominciamo da quella più estrema, ovvero quella che prevede il maggior scarto, perché occorre arrivare al cuore del carciofo.

Iniziamo subito dicendo che Il carciofo appena tagliato tende a scurire a contatto con l'aria, poiché si ossida molto velocemente. Per questo è necessario tuffarli appena puliti in acqua acidulata con succo di limone. Quindi prepariamo un contenitore d'acqua con il succo di un limone intero. 

Indossiamo dei guanti per alimenti, poichè anche le nostre mani, durante la pulizia dei carciofi tenderanno ad annerirsi. Se non si hanno in casa, ci si può strofinare bene le mani con un limone. 

1. Tagliamo la parte finale del carciofo (circa due dita) (fig. 1 e 2

2. Tagliamo il gambo dove è più ruvido e duro (fig. 3

3. Eliminate tutte le foglie più dure fino ad arrivare al cuore e tagliate la parte esterna del gambo (fig.4

4. Dividete a metà i cuori e rimuovete la peluria interna (fig. 5 e 6). 

5. Se sarà utile alla vostra preparazione, potrete tagliare i cuori a 3/4 o a listarelle.

6. Immergete i cuori in acqua e limone (fig. 7) e teneteli a mollo per una mezz'ora. 

7. Procedete quindi con la vostra preparazione. 

Alla prossima con la cucina di Federica!