CAVOLFIORI

Il cavolfiore è un ortaggio che troviamo tutto l'inverno, le cui proprietà antiossidanti sono oltremodo conosciute, così come la sua versalità, tanto da consentire di poterlo gustare semplicemente bollito con olio e limone, oppure cotto con la pasta, o ancora come farcitura di torte salate o sformati al forno...Insomma, non c'è che la vasta scelta! Spiegherò qui di seguito come questo ortaggio debba essere pulito prima di procedere alla sua preparazione:  

1) Eliminate innanzitutto le foglie più esterne, staccando una ad una tutte le cimette (fig. 1). 

Quindi togliete la pellicina esterna di ciascun gambo con l'aiuto di un coltello (fig. 2) fino a risultare pulito e bianco (fig. 3). 

Una volta staccate e mondate tutte le cimette, potrete lavarle sotto l'acqua corrente (fig. 4), stando ben attenti a non maltrattare troppo la parte del fiore che è molto delicata e tende a staccarsi. 

A questo punto, consiglio - se c'è il tempo - di mettere le cime di cavolfiore in ammollo per 20' con acqua e bicarbonato (fig. 5), per togliere le impurità e renderle più digeribili. 

A questo punto, potete procedere alle vostre preparazioni! 

Alla prossima con la Cucina di Federica!