RISOTTO AI CARCIOFI CON PECORINO E LIMONE

Una bella domenica di Marzo, è venuta a trovarmi la mia cara mamma, ed essendo la sua presenza piuttosto gradita a casa nostra - sebbene purtroppo poco frequente - è spesso motivo di festa e perciò stesso risveglia tanta voglia di apparecchiare la tavola in modo più accurato, di mettere quei bicchieri o quei piatti appena comprati, ma soprattutto di mettersi ai fornelli per cucinare un piatto più ricercato! Ho scelto per questa occasione di preparare un primo dal sapore delicato e dall'aroma fresco, un bel risotto ai carciofi che non fosse semplicemente risotto con carciofi, ma avesse quel non so che di particolare da distinguersi in termini di gusto ed originalità! E visto che amo molto questi favolosi e preziosi ortaggi, ho immaginato di esaltarne il sapore con scaglie di pecorino stagionato e profumatissime scorzette di limone...naturalmente biologiche, nel mio caso direttamente raccolte dagli alberi della campagna della nonna di mio marito! Meglio di così, non si può!!!! 

Ingredienti per 4 persone

  • 250 gr. di riso Vialone nano 

  • 4 carciofi 

  • 100 gr. di pecorino stagionato 

  • 1/2 bicchiere di vino bianco 

  • 1 spicchio d'aglio 

  • 1/2 cipolla 

  • 1 lt. di brodo vegetale + qualche mestolo per la trifolatura

  • 1 limone non trattato 

  • 1 ciuffetto di prezzemolo 

  • olio evo 

  • sale

Procedimento: Preparate per prima cosa il brodo vegetale, che vi servirà per cuocere e mantecare il risotto e qualche mestolo in più per la trifolatura, e tenetelo ben caldo.

Pulite e spinate i carciofi, privandoli della barba interna e tagliandoli a spicchi sottili. E' possibile utilizzare anche i primi 8-10 cm del gambo. Togliete la parte esterna più coriacea con un pelapatate ed affettateli sottilmente, disponendo il tutto in acqua acidulata con succo di limone. 

Trifolate quindi i carciofi e i gambi in una padella antiaderente con uno spicchio d'aglio e un filo di olio evo a fiamma vivace per un paio di minuti. Lavate nel frattempo il prezzemolo, selezionando le foglie più verdi ed eliminando i gambi; asciugatele con carta assorbente e tritatele con la mezzaluna su un tagliere. Abbassate il fuoco, aggiungete qualche mestolo di brodo vegetale, un pizzico di sale, una macinata di pepe e lasciate proseguire la cottura a fiamma media, coperto, non oltre 10'circa. I carciofi non devono essere completamente cotti. Quindi spegnete e insaporite con le foglie di prezzemolo.

In un capiente tegame fate imbiondire la cipolla tagliata sottile, aggiungete il riso e fatelo tostare per qualche minuto. Sfumate con il vino bianco e procedete la cottura a fuoco dolce, versando poco alla volta il brodo vegetale bollente. Portate il risotto quasi a cottura (circa 15'), quindi aggiungete i carciofi trifolati (fig. 1) e completate mantecando per altri 3'. 

Una volta pronto, aggiungete il pecorino grattugiato, della buccia grattugiata di limone e un filo di olio evo (per questo tipo di ricetta l'olio è più adatto del burro, ma occhio a non esagerare!). 

Servite, a piacere, con qualche rametto di timo fresco e altra scorza di limone tagliata più grossolanamente. E voilà...il vostro risotto ai carciofi con pecorino e limone è pronto! 

Buon appetito dalla cucina di Federica!

Se ti è piaciuta questa ricetta allora aggiungi un like a fine pagina (ti chiederà la conferma, gentilmente clicca anche la conferma) oppure lascia un tuo commento sulle tue impressioni, se hai realizzato la ricetta, se hai apportato delle modifiche o se desideri un consiglio! Saro' lieta di esaudire al meglio le tue domande.