CANEDERLI ALLE MELE, PINOLI E UVETTA

18.05.2015 10:52

Qualche tempo fa vi ho fatto conoscere una ricetta tipica del trentino: i canederli! Oggi, come promesso, voglio farvi conoscere un modo per realizzarli dolci e sfruttare così quel pane raffermo che vi è avanzato e vi sembra peccato gettare nella pattumiera! Con questa ricetta non solo non sprecherete cibo, ma realizzerete il più tipico e semplice dei dolci casalinghi, che stupirà i vostri ospiti!!!! Io ho eseguito la ricetta originale dal mio ricettario sui canederli, ma, ormai mi conoscete, non so evitare di aggiungere il mio tocco personale, quindi ne ho realizzati alcuni semplici come indicato dalla ricetta ed altri cucinati al forno con granella di nocciole, miele (che io adoro), zucchero a velo e un tocco di zenzero in polvere nell'impasto! A voi la scelta! 

Ingredienti per 6 persone

  • 200 gr. di pane bianco raffermo senza crosta 

  • 200 gr. di mele golden  

  • 25 gr. di uvetta sultanina 

  • 25 gr. di pinoli 

  • 1 bicchiere e mezzo di latte 

  • 1 uovo 

  • 100 gr. di zucchero 

  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere 

  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere (facoltativo)

  •  20 gr. di burro 

  • farina (q.b.)

Per condire

  • granella di nocciole (q.b.) 

  • zucchero a velo (q.b.) 

  • 2 cucchiai di miele 

  • qualche rimanenza delle mele cotte

Procedimento: Iniziate eliminando la crosta dal pane raffermo (fig. 1). Mi raccomando la scelta del pane, che deve essere bianco, a mollica compatta e secco di qualche giorno, pena il risultato finale! 

Tagliate la mollica a dadoni e metteli in un recipiente capiente (fig. 2). 

Portate a bollore il latte. Anche qui va precisato che la dose di 1 bicchiere e mezzo (circa 250 ml) è indicativa. Infatti dalla secchezza del pane deriva poi la quantità precisa di latte necessaria ad ammorbidirlo. Verificate quindi di volta in volta in base alla consistenza del vostro impasto, se ve ne serve un po' di più o di meno. Versate il latte poco per volta sul pane, mescolando bene per impregnarlo uniformamente e tenete da parte. 

Nel frattempo, in una padella antiaderente rosolate per qualche minuto le mele tagliate a dadini con il burro. Unite quindi i pinoli e l'uvetta e lasciate asciugare per qualche altro minuto (fig. 3). Spegnete e versate sul pane, tenendone 2-3 cucchiai da parte per il decoro finale. Aggiungete lo zucchero, l'uovo sbattuto, la cannella, lo zenzero in polvere (facoltativo) e, se fosse necessario, 1/2 cucchiaio di farina. Mescolate il tutto affinchè diventi un impasto omogeneo (fig. 4). 

Bagnatevi volta per volta le mani (per agevolare il lavoro) e confezionate i canederli, passandoli poi nella farina (fig. 5). Quindi conservateli in frigo per qualche ora (almeno 3 h). Cuoceteli per 15'-20' in acqua bollente a fiamma moderata, cioè dovrete tuffarli solo quando l'acqua raggiunge il bollore e abbassare immediatamente la fiamma per evitare che si sfaldino. Scolateli con la schiumarola e passateli nella granella di nocciole (fig. 6). 

Quindi metteteli in una teglia rivestita con carta da forno e cuocete in forno a 180°C per 15'-20' (facoltativo). 

Servite freddi con zucchero a velo a piacere, miele e qualche dadino di mela cotta con uvetta e pinoli che avevate tenuto da parte (fig. 7)! 

E voilà.... 

Buon Appetito dalla cucina di Federica!