POMPELMO

Il pompelmo è un frutto coltivato negli Stati Uniti, ma il cui consumo si è esteso ormai da diverso tempo anche nei Paesi mediterranei, soprattutto in Italia, e in particolare in Sicilia. Si presenta in due varianti: giallo e rosa. Il primo un po' più agro ed amaro, quindi non sempre gradito a tutti; il secondo più dolce e quindi più usato soprattutto per ottime spremute o nella preparazione di dolci e piatti agrodolci. Vediamone i benefici... 

Proprietà benefiche e controindicazioni

Il pompelmo è un grande alleato per la nostra salute, ma prima di elencarne le motivazioni, bisogna subito fare una premessa: con questo frutto bisogna fare un po’ di attenzione. E’ stata infatti dimostrata la sua capacità di interferire con alcuni tipi di farmaci (tra cui la pillola anticoncezionale e i farmaci anticolesterolo) e può bastare anche solo assumere, ad esempio, una spremuta più un frutto intero, per andare a diminuire l’assorbimento dei medicinali con rischi pericolosi per la salute. La sostanza incriminata, è la naringina, un flavonoide naturalmente presente nei pompelmi, che riduce l’attività degli enzimi cosiddetti YPC3A, presenti a livello del fegato, e che l’organismo utilizza per metabolizzare alcuni farmaci. Tra questi molti farmaci di uso comune, come i calcio-antagonisti ( utilizzati per la cura della pressione alta), alcuni sedativi, molti farmaci utilizzati in chemioterapia per il trattamento di forme tumorali, alcuni antibiotici e, infine, un regolatore della motilità gastroenterica, il domperidone. L’elenco di farmaci incompatibili si è ulteriormente allungato grazie agli studi degli Autori della ricerca, che ne annoverano allo stato ben 43. Da evitare quindi questo agrume se si stanno assumendo farmaci, a meno che non sia stato il vostro medico a consigliarne il consumo. 

Negli altri casi, invece, (gastrite esclusa) il pompelmo è assolutamente consigliato data la ricchezza di aspetti benefici che lo elevano tra i frutti più vitaminici esistenti e, data la scarsa quantità di calorie che apporta, è considerato uno tra i più consigliati nelle diete dimagranti. Il pompelmo infatti, oltre al suo modesto livello calorico, brucia grassi ed è ricco di acqua, quindi stimola anche la diuresi.

Come gli altri agrumi contiene buone quantità di vitamina C (1 pompelmo= 70/80 mg), che eserciterebbero un'ottima prevenzione per il cancro allo stomaco, e di vitamine A e del gruppo B. E’ ricco di fibre, sali minerali (in particolare potassio) e flavonoidi, che come spesso detto, sono degli antiossidanti! 

Il pompelmo è anche un frutto particolarmente utile alla disintossicazione del fegato, alla riduzione del colesterolo LDL e, nella sua variante rosa, grazie alla presenza di licopene alla prevenzione di alcuni tumori

Un discorso a parte può essere fatto invece per sia per i semi di pompelmo, che molte persone utilizzano con successo per curare varie patologie di tipo infettivo. Ne sono testimonianza documentata gli effetti pressoché sovrapponibili a quelli antibiotici ad ampio spettro. Così come per la scorza di pompelmo, che ha importanti proprietà antisettiche e antidiarroiche, preventive di alcuni tumori, sedative del sistema nervoso e del cuore, antispastiche, digestive e regolatorie dei livelli di colesterolo e di glicemia