ORIGANO

L'origano con il suo profumo intenso ed unico, è una delle piante aromatiche più diffuse ed antiche. L'origano, infatti, cresce abbastanza fitto e produce dei fiorellini molto decorativi, sui toni tra il bianco e il rosa, che spargono il loro aroma nell'aria rendendo piacevole coltivare la pianta anche sul balcone di casa. Questa pianta - tipica del bacino Mediterraneo - cresce spontanea, e per avere il giusto aroma deve essere impollinata. Il suo periodo di raccolta è il mese di Luglio. Quando si raccoglie bisogna fare attenzione a non estirparne le radici, che al contrario devono restare nel terreno per assicurare la sopravvivenza della pianta che l’anno successivo, sarà di nuovo produttiva. L’origano cresce in un terreno asciutto. Nel mese di agosto l’arbusto produce i semi, per questo non è indicato raccogliere origano in questo periodo, mentre altrettanto poco indicato anche il mese di giugno, poichè la pianta dopo la pausa invernale e il risveglio primaverile, produce i fiori per la raccolta di luglio. E’ preferibile raccogliere l’origano a piccoli mazzi, e per conservarlo occorre ombra e vento, mai metterlo al sole, perché diventa nero. Non va lavato perché perderebbe l’aroma, ma il fatto che la pianta cresca in ambiente montano è sicuramente una garanzia del fatto che sia pulita senza quella polvere che potrebbe trattenere se crescesse in zona costiera o argillosa. Oltre ad essere odoroso e a dare quel tocco in più nelle nostre pietanze aromatizzando carne, pesce, patate, insalate ecc., esso ha anche delle notevoli qualità per la nostra salute. Vediamole.

Proprietà benefiche

Grazie al suo contenuto di fenoli e betacariofillene, l'origano viene sfruttato sia in prodotti di bellezza come antiossidante e antisettico, sia nella medicina alternativa. Attraverso l'uso sia di foglie che dei suoi semi, si possono realizzare degli infusi ottimi per contrastare la cellulite. Grazie ai suoi oli essenziali*, vitamine e sali minerali, l'origano viene utilizzato anche in erboristeria per uso terapeutico. In particolare per curare malattie ed infezioni da raffreddamento, per le sue proprietà diuretiche e digestive, per le sue qualità antispastiche, deodoranti e lenitive. 

 

*A seconda dell'uso, si può utilizzare l'infuso o l'olio essenziale, ma è importante non abusare di quest'ultimo, poichè provocare seri effetti collaterali, quindi prima di farne uso, si raccomanda di consultare il proprio medico o un omeopata esperto.